Come considera la Chiesa le relazioni tra uno Scientologist e i suoi famigliari non Scientologist?

COME CONSIDERA LA CHIESA LE RELAZIONI
TRA UNO SCIENTOLOGIST E I SUOI FAMIGLIARI
NON SCIENTOLOGIST?

Dato che Scientology è una religione relativamente giovane, la maggior parte degli Scientologist hanno parenti che non sono Scientologist. La Chiesa incoraggia e aiuta i suoi membri a creare eccellenti relazioni familiari, indipendentemente dal fatto che i loro parenti siano o meno Scientologist. Di fatto, le relazioni tra uno Scientologist e il resto della sua famiglia migliorano continuamente non appena egli inizia a mettere in pratica Scientology; ciò avviene perché acquisisce i mezzi per incrementare la comunicazione e con essa affrontare e risolvere qualunque problema ci possa essere stato in precedenza.

La Chiesa s’impegna a fondo per riconciliare disaccordi familiari, nel caso in cui insorga un problema. Per esempio, i Cappellani di Scientology aiutano i membri di una famiglia a scoprire la vera causa dei loro disaccordi. Amici e familiari degli Scientologist sono sempre i benvenuti quando desiderano visitare la Chiesa, incontrare altri Scientologist e ottenere risposta a qualsiasi domanda possano avere in merito a Scientology. Che gli altri membri della famiglia scelgano o meno di far parte di Scientology, gli Scientologist sono molto fieri di essere conosciuti come coloro che riescono a risolvere problemi e conflitti in famiglia.