East Sussex, Regno Unito

La cerimonia inaugurale del centro Narconon Continentale del Regno Unito dà inizio alla straordinaria nuova era del recupero dalla tossicodipendenza

La speranza arriva nella campagna dell’East Sussex con l’inaugurazione di una dinamica struttura Narconon ideata sia per recuperare i tossicodipendenti sia per formare la prossima generazione di specialisti di riabilitazione Narconon, aiutando nello stesso tempo l’Inghilterra a liberarsi dalla sua sconcertante epidemia di stupefacenti. L’apertura è stata resa possibile grazie ai generosi contributi degli associati dell’International Association of Scientologists.

Con gli urrà di centinaia di sostenitori riunitisi nella località dell’East Sussex dove sorge il centro, sabato 5 settembre è avvenuta la cerimonia del taglio del nastro del centro modello Narconon di recupero dalla tossicodipendenza del Regno Unito. La struttura si ripromette di fornire un ambiente molto efficiente per aiutare le persone a liberarsi dalla morsa della tossicodipendenza, formando allo stesso tempo gli operatori Narconon provenienti da ogni parte del Regno Unito.

Sostenitori, dignitari e invitati si sono uniti agli operatori del Narconon per celebrare l’inaugurazione del nuovo Centro Narconon di Recupero dalla Tossicodipendenza del Regno Unito e di Formazione Continentale in una struttura situata su una tenuta di nove acri ai confini del villaggio di Maynards Green.

 

I rinomati metodi di riabilitazione Narconon senza uso di droga, basati sulle ricerche e le opere scritte del fondatore di Scientology L. Ron Hubbard, verranno amministrati in un ambiente libero da distrazioni in un’idilliaca tenuta di quasi nove acri vicino al villaggio di Maynards Green. Il centro apre in un entusiasmante periodo di espansione per il network del Narconon in tutto il mondo.

Il presidente dell’Association for Better Living and Education International, (ABLE), era presente a celebrare l’inaugurazione. “Questo nuovo centro Narconon non solo fornisce i servizi di recupero dalla tossicodipendenza, ma serve anche da centro modello per formare gli operatori per i futuri centri Narconon da un capo all’altro del Regno Unito”, ha detto. “Centinaia di milioni di vite sono condizionate dall’uso di droghe illegali e molte di esse terminano prematuramente. Insieme possiamo invertire la sventura della tossicodipendenza e rendere il Regno Unito noto nel mondo come portabandiera di una società libera dalla droga.”

Il Direttore Esecutivo del Narconon del Regno Unito, Sheila MacLean, ha riassunto il significato di quel giorno quando ha osservato: “In questa nuova magnifica struttura abbiamo l’ambiente perfetto sia per il recupero dalla tossicodipendenza sia per formare i professionisti che attueranno questo efficace programma nelle loro comunità. Ora è nostra responsabilità usarlo per il bene della comunità. Ed è quello che faremo”.

Il tempismo del lancio di questo centro Narconon è particolarmente azzeccato, in quanto avviene in un momento in cui il problema della tossicodipendenza è davvero urgente e grave nel Regno Unito.

“I risultati di un sondaggio nazionale sulle droghe nel 2014 sono sconcertanti”, ha detto il sindaco di East Grinstead, Dick Sweatman, alle persone riunite all’inaugurazione. “Oggigiorno più di 3.000.000 di persone assumono droghe illegali in questo paese. E nel caso pensiate che sia solo un problema delle persone emarginate nei centri cittadini, il 40% dei consumatori abituali di droga fa parte delle fasce più alte della società. Si tratta di più di un milione di consumatori abituali di droga nel paese in questo preciso momento. Sono state raggiunte proporzioni epidemiche.”

Sweatman ha aggiunto che apprezza il programma Narconon in quanto “è completo e tratta tutti gli aspetti necessari per aiutare una persona a reintegrarsi nella società insegnandole gli strumenti per cavarsela da sé e avere successo. Questo non è solo un centro di recupero dalla tossicodipendenza che dà un programma di grande successo, è anche un centro di formazione per assumere specialisti Narconon per affrontare il problema droga”.

A rivolgersi anche agli invitati all’inaugurazione del Narconon è intervenuto il dottor Basant K. Puri, medico e professore all’Hammersmith Hospital e all’Imperial College London, che guida il Gruppo della Neuroscienza dei Lipidi del Dipartimento di Scienze dell’Imaging della Facoltà di Medicina. Il dottor Puri ha espresso la sua grande approvazione per l’approccio del Narconon alla tossicodipendenza senza uso di droga.

“La mia esperienza e personale ricerca mi hanno portato a capire che un approccio olistico e naturale è la via da seguire”, ha detto il dottor Puri, “e che dare al tossicodipendente droghe sostitutive o anche ulteriori droghe, rende solo ancora più tossicodipendenti e sofferenti. Devo dire che il signor Hubbard era molto avanti per i suoi tempi.”

Steven Taylor, dell’Heathfield and Waldron Parish Councillor (Consiglio Parrocchiale di Heathfield e Waldron), ha dato il benvenuto al Narconon nella sua nuova sede a nome della parrocchia. “Siamo felicissimi di avervi qui”, ha detto. “Auguriamo al Narconon, ai suoi operatori e ospiti ogni successo per il futuro.”

L’oratore finale è stata Diana Coad, del National Drug Prevention Council (Consiglio Nazionale sulla Prevenzione alle Droghe). “Posso sinceramente dire che la percentuale di successi del Narconon non è seconda a nessuno”, ha sottolineato la signora Coad. “Ho visto moltissime persone finire programmi di trattamento di alcol e droga e subito dopo ritornare alla loro vecchia vita di consumo di droga. Ma la grande maggioranza di diplomati del Narconon continua a vivere una vita stabile, etica, produttiva e libera dalla droga, anno dopo anno.

Vorrei aver incontrato il signor Hubbard, perché è stato chiaramente un uomo brillante e affascinante, un sognatore, un leader e un innovatore... e il successo di questo programma si deve alle sue scoperte.”

Dopo la cerimonia d’inaugurazione e il taglio del nastro, quando gli invitati si sono riversati nel centro per visitarlo e saperne di più sul programma, la signora Coad ha detto: “È difficile descrivere quanto sia orgogliosa e felice di aver fatto parte oggi di tutto questo. Tutta l’inaugurazione è stata molto emozionante... il centro aiuterà moltissime persone! Questo è l’inizio della nostra battaglia contro le droghe, del nostro attacco contro queste pericolose sostanze tossiche, e sarà una guerra che vinceremo”.

Un invitato di Londra ha promesso di “promuovere il vostro programma di recupero dalla tossicodipendenza che non usa droghe a chiunque io parli sull’argomento. È davvero la via da percorrere e anche il governo (britannico) lo riconoscerà. Il fatto che i vostri programmi stiano promuovendo questa cosa è incredibile e io credo che il mondo debba saperlo!”.

Il dottor Puri ha aggiunto dopo l’evento: “Credo che sia davvero importante la prevenzione e dimostrare a una grande varietà di persone che esiste un’opzione senza uso di farmaci per il trattamento di pazienti tossicodipendenti”.

Un altro invitato presente si è sentito di concludere: “Con l’inaugurazione di questa nuova struttura, capisco come la tossicodipendenza verrà efficacemente risolta. Conosco il figlio di un’amica che è tossicodipendente e le parlerò del centro e di portarlo qui”.

_________________

Da quasi 50 anni, il Narconon salva la vita di un incalcolabile numero di persone che si ritenevano rovinate per sempre a causa dell’uso di stupefacenti. La missione del Narconon è quella di fornire un percorso efficace per il recupero dalla tossicodipendenza e aiutare la società a invertire il flagello dell’uso di stupefacenti a livello mondiale.

Il Narconon si rivolge alle persone che stanno facendo il programma come “ospiti” piuttosto che “tossicodipendenti” o “vittime”, e il suo unico scopo è dare alle persone gli strumenti per condurre una vita di successo libera dalla droga. Si è tenuto conto di ogni dettaglio per dare agli ospiti la stabilità e il comfort di cui hanno bisogno per aiutarli a liberarsi dalla tossicodipendenza e ricostruire la propria vita senza droga.

Il programma Narconon inizia con un processo di astinenza senza uso di droga né somministrazione di medicine, concepito per aiutare la persona a smettere di prendere droghe il più rapidamente e agevolmente possibile. A ciò segue un particolare metodo di disintossicazione orientato specificamente ad aiutare i tossicodipendenti a eliminare quei residui che portano a voglie smodate, sostenendo allo stesso tempo il corpo con integratori alimentari. La parte finale del programma è una serie di Corsi di Competenze di Vita che forniscono agli ospiti gli strumenti necessari per rimanere liberi dalla droga per tutta la loro vita futura.

Approfittando dell’efficacia degli strumenti audiovisivi nel sormontare le barriere di mancanza d’istruzione e nel favorire la comprensione, sono stati creati 23 film istruttivi in 29 dialetti e lingue che illustrano i vari aspetti del programma Narconon.

_________________

L’inaugurazione di questo nuovo centro d’avanguardia Narconon nel Regno Unito è stata resa possibile grazie ai generosi contributi degli associati dell’International Association of Scientologists. È il secondo di una serie di inaugurazioni di Narconon modello che verranno aperti nelle prossime settimane. Il 5 settembre è stato inaugurato anche il Narconon Continentale per l’Europa nella campagna danese. Subito dopo ha aperto il Narconon America Latina in Messico – che serve le 21 nazioni dell’America Latina – a cui ha fatto ben presto seguito la struttura Narconon in cima alle montagne dell’Ojai, nella California, specificamente dedicata a fornire i servizi di recupero dei tossicodipendenti agli artisti e ai leader della società.

Oggigiorno i centri Narconon operano in 23 paesi in sei continenti. Per ulteriori informazioni, visita il sito narconon.org.