Copenaghen, Danimarca

DELIZIA DANESE: UNA NUOVA CHIESA DI SCIENTOLOGY È NATA NEL CENTRO DI COPENAGHEN

L’inaugurazione della Chiesa di Scientology riaccende lo spirito e l’anima del cuore storico di Copenaghen.

Fai una passeggiata lungo la più lunga e frequentata strada pedonale in Europa e arriverai nel luogo di nascita di Copenaghen. Un sito dove due storiche piazze convergono: Nytorv (Nuova Piazza) e Gammeltorv (Vecchia Piazza); l’originale punto di ritrovo e di mercato dei danesi quando erano ancora una comunità mercantile, quasi 1200 anni fa. Da allora ha sperimentato molte calamità, arte divina e vita giornaliera danese. Oggi, è dove il passato incontra il presente, dato che questo è il luogo di ritrovo per tutti i cittadini di Copenaghen.

E così è stato, in un glorioso pomeriggio danese, più di 2.500 Scientologist e ospiti si sono riuniti nella piazza acciottolata, per celebrare una nuova pagina nella storia della più antica e culturale città scandinava, e per rappresentare il prossimo passo nell’espansione della Chiesa.

Più e più volte durante il discorso chiave del signor Miscavige, la folla entusiasta proruppe in una standing ovation in riconoscimento di un giorno storico per Copenaghen e per tutta la Danimarca.

Il signor David Miscavige, leader ecclesiastico della religione di Scientology, ha presieduto la cerimonia d’inaugurazione, raccontando il viaggio di questo epico conseguimento. “Come alcuni di voi ricorderanno, un giorno ci siamo incontrati in tarda serata. Dove avete presentato una visione futura di questa Chiesa. Ho condiviso la vostra visione e voi avete dato la vostra parola di farla diventare una realtà. Così oggi, dove vento, neve o grandine non potevano tenermi lontano, sono giunto in questa magnifico giorno primaverile per dire: “Ce l’avete fatta, avete vinto, l’avete vista e l’avete colta al volo. Ed eccola ora ergere, la Chiesa di Scientology situata nella posizione più ideale al mondo, nel nome della libertà spirituale e di avvalersi di un eterno libero arbitrio per tutta la Danimarca’".

Dalle note di apertura della canzone “In Denmark I was Born,” (In Danimarca sono nato) di Hans Christian Andersen, le migliaia di persone presenti hanno assistito a una grande cerimonia di apertura che ha ispirato un senso di tradizione nazionale e di meraviglia. Dignitari locali hanno animato l’occasione con storie di collaborazioni umanitarie per una migliore Danimarca, di avventure in cui il tesoro consiste di una conoscenza da condividere con tutti e con un riconoscimento per aver ridato vita ad un edificio storico.

La Chiesa ha riprogettato, ripristinato e rinnovato la sua nuova casa nel centro di Copenaghen. Con i suoi 3700 metri quadrati, questo edificio neoclassico fu originariamente costruito nel 1796 e nacque dalle fiamme del “Grande Incendio”, che solo un anno prima aveva raso al suolo il quartiere delle piazze Nytorv e Gammeltorv. In effetti, la pianificazione della città ha emesso un mandato sulla distintiva facciata quale “angolo danneggiato” per permettere ai vigili del fuoco per accedere alle strette strade della città.

Con tanto di arte e cura, la Chiesa ha collaborato con artigiani locali per restituire al sito storico il suo carattere originale. La Danimarca è famosa a livello mondiale per il suo design e artigianato, e i lavori inclusero il ripristino degli originali telai in quercia delle finestre, il portone, le scale in legno e il soffitto a volta dell’entrata.

La nuova Chiesa di Scientology della Danimarca sale di cinque-piani e a pochi passi dalla strada pedonale Strøget, dove passano 75.000 persone ogni giorno. Come tale, funge da luogo di ritrovo della città per un numero di iniziative umanitarie che hanno guadagnato il rispetto della comunità di Copenaghen.

Per tre decenni, gruppi di educazione antidroga patrocinati dalla Chiesa, hanno raggiunto i giovani del paese con centinaia di migliaia di copie degli opuscoli La Verità sulla Droga. L’organizzazione della Via della Felicità ha svolto attività di pulizia nel vicinato ed ha ammantato le strade di Copenaghen con il codice morale non-religioso di buon senso scritto da L. Ron Hubbard. Tutto mentre la filiale locale di Gioventù per i Diritti Umani ha lavorato per sostenere il loro patrimonio nazionale creando un’annuale “Marcia di Sensibilizzazione”, raggiungendo nel complesso più di 200. 000 persone con il loro messaggio sui diritti umani.

Dignitari locali e nazionali, nel dare il benvenuto alla Chiesa, hanno onorato lo spirito di benevolenza dell’occasione: Consigliere comunale di Copenaghen , il sig. Klaus Mygind, Sovrintendente capo della polizia danese (in pensione), il sig. Thøger Berg Nielsen, Executive dell’editoria e Consigliere comunale di Copenaghen, il sig. Rene Jensen e Architetto per i restauro storici, il sig. Bjarke Christensen.

Il sig. Mygind, consigliere della giunta comunale, ha parlato ai partecipanti per inaugurare la nuova Chiesa e del suo impegno verso i diritti umani quale fattore fondamentale di qualsiasi problema sociale. “I diritti umani costituiscono i pilastri della nostra società, ma nelle loro fratture, troviamo la miseria e la disperazione. La nostra forza sta nell’essere uniti e quindi, in nome di tale unione, ho iniziato a collaborare con Gioventù per i Diritti Umani”.

Il sig. Mygind si è dilungato descrivendo com’è nata quella salda collaborazione: “Circa 8 anni fa, un gruppo di giovani entusiasti, sono venuti da me, e mi hanno chiesto di collaborare a una marcia per il Giorno Internazionale dei Diritti Umani. La vita e brio di questi ragazzi era contagioso... come potevo dire di no? Parteciparono centinaia di giovani danesi, che marciarono dal centro città fino a Nørrebro. Si sono esibiti addirittura gruppi di ballo e cantanti. Questi erano i diritti umani in azione per le strade di Copenaghen. Ora, anno dopo anno, camminiamo insieme e marciamo insieme. E nel complesso, abbiamo ispirato un movimento giovanile che attraversa la nostra città. Quindi, non è più la vostra marcia, è la nostra marcia.”

Il sovrintendente capo per la polizia danese (in pensione), Thøger Berg Nielsen, conosceva fin troppo bene la tragedia dell’abuso di droga. “Ho visto molti conoscenti e tossicodipendenti che hanno iniziato a prendere droghe e che poi sono morti”, ha detto. “Come funzionario di polizia, ero l’ultimo a dirgli addio. La nostra società ha provato invano tutti i tipi di soluzioni. La criminalità connessa alla droga ha scritto un capitolo nero nel mio servizio. Mi sono imbattuto in un muro, e non potevo farci niente. Ma proprio quando le cose non potevano peggiorare più di così, sono stato presentato a qualcosa di completamente nuovo... il Narconon”.

È stato 10 anni fa, che ha scoperto il programma di riabilitazione, sviluppato dal Fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, in un istituto danese a nord-ovest di Copenaghen: “Ricordo di aver incontrato un padre che stava visitando il figlio. Ha detto: “Mio figlio è stato salvato, te lo voglio presentare”. Suo figlio era stato un eroinomane per 10 anni, ho guardato nei suoi occhi e nel cuore e quello che ho visto era una nuova vita. Fino a quando non l’ho visto con i miei stessi occhi, non credevo che incalliti tossicodipendenti potessero essere riabilitati. Ma i diplomati sono reali, così come le loro storie miracolose”.

L’architetto per i restauri storici, il sig. Bjarke Christensen, ha contribuito a preservare l’intramontabile immagine di Copenaghen per più di 35 anni, e ha parlato dell’importanza di trasformare il sito storico della Chiesa. “La tua dimora neoclassica si affaccia su questa piazza storica e offre la propria storia. Per esempio, alcune delle persone più conosciute che hanno vissuto qui sono scrittori della costituzione danese e del nostro inno nazionale, per non parlare di poeti e statisti di ogni levatura. Quindi sia questa piazza che questa casa trasmettono lo spirito della nostra città. E così, con l’apertura di quest’Org Ideale, la culla di Copenaghen sperimenta una nuova vita”.

“Quando forgiamo i nostri edifici, in seguito, i nostri edifici forgiano noi", ha continuato il signor Christensen. “Nel corso di un decennio, non solo avete tenuto in considerazione l’idea del restauro, ma l’avete abbracciata. E insieme, abbiamo progettato un sensazionale e moderno edificio, su uno sfondo della tradizionale e classica immagine della Danimarca. Quindi, sì, questo edificio è passato dall’Età d’Oro della Danimarca è all’Età d’Oro di Scientology”.

Executive dell’editoria e consigliere del comune di Copenaghen, il sig. Rene Jensen, ha parlato delle sue prime avventure e delle seguenti scoperte degli insegnamenti di L. Ron Hubbard: “Da giovane, ho trascorso un anno viaggiando per tutto il mondo in cerca della conoscenza. Quel viaggio mi ha portato in Finlandia, in Russia, nell’Estremo Oriente e in Australia. Ed è lì che ho scoperto la natura dell’umanità. E sono tornato a casa con un desiderio ardente di crescere. Così, quando mi sono imbattuto negli scritti del vostro Fondatore, ho pensato: ‘Qui inizia un nuovo viaggio’. Perché non era più sufficiente esistere, era giunto il momento di scoprire L. Ron Hubbard e vivere”.

Il sig. Jensen, ha concluso con un tributo al sig. Hubbard e allo spirito del giorno, come un grandioso pronostico a un meraviglioso futuro. “L. Ron Hubbard si distingue da molti altri prima di lui. Era sia un ricercatore di conoscenza che un diffusore di conoscenza. Trovava una pietra di saggezza e la girava e rigirava, sempre alla ricerca di più conoscenza. Così oggi, celebriamo questa dimora di saggezza costruita da quelle pietre. Che possano essere le fondamenta del popolo danese per crescere, esplorare, vivere e librarsi in volo”.


La nuova Chiesa fornisce a tutti i visitatori una presentazione di Dianetics e Scientology tramite il Centro Informativo per il Pubblico. I suoi display, con più di 500 filmati, presentano le credenze e le pratiche della religione di Scientology, la vita e il retaggio del Fondatore L. Ron Hubbard.

Il Centro Informativo espone dettagliatamente i numerosi programmi umanitari che Scientology sostiene. Questi comprendono un’iniziativa a livello globale per l’educazione ai diritti umani; un programma ad ampio raggio di prevenzione, riabilitazione e istruzione contro la droga; una rete mondiale di centri dedicati all’alfabetizzazione e all’apprendimento; e il programma dei Ministri Volontari di Scientology, che ora costituisce la più grande forza di soccorso indipendente esistente al mondo.

La Cappella è situata in un ampio atrio di quattro piani illuminata da un bagliore leggiadro di luce naturale che scende dal lucernario. Ospiterà manifestazioni comunitarie aperte a membri di tutte le fedi. La Chiesa comprende inoltre numerose stanze per seminari e classi, e un’intera ala dedicata all’auditing (consulenza spirituale) di Scientology.


Il taglio del nastro in Danimarca segna un altro raggiungimento straordinario dell’espansione della chiesa negli ultimi 12 mesi. Recenti inaugurazioni di nuove Chiese hanno avuto luogo in Miami, Florida; San Fernando Valley, California; Auckland, Nuova Zelanda; San Diego, California; Sidney, Australia; Harlem, New York; Budapest, Ungheriae Atlanta, Georgia.

Le prossime inaugurazioni sono programmate in epicentri culturali in: America Latina, Nord America, Europa, Regno Unito e Africa.