Un paragone con altre terapie

UN PARAGONE CON ALTRE TERAPIE

Alcuni dei tentativi passati di aiutare l’Uomo, hanno cercato di imporre codici morali o modelli di comportamento e di condotta ma, essendo all’oscuro dell’esistenza della mente reattiva e non disponendo dei mezzi per attenuarne i comandi irrazionali, tali tentativi non hanno prodotto nessun miglioramento durevole.

L’auditing è completamente diverso da queste terapie del passato, tra cui molte erano inefficaci ed alcune, come la psichiatria, veramente dannose. Nell’auditing si segue una strada tracciata in modo preciso, che porta a miglioramenti specifici: soltanto a chi riceve l’auditing spetta stabilire se tali progressi sono stati raggiunti o meno. È il preclear a decidere quando ha riconquistato un’abilità o quando si è liberato di una barriera nel vivere. Nessun altro lo decide. L’auditor continua a lavorare con il preclear fino al punto in cui quest’ultimo sa, per propria decisione, di avercela fatta. Non è né l’auditor né nessun altro, in Scientology, a decidere se per il preclear si è verificato un miglioramento: è il preclear stesso a saperlo. Visto che lo scopo dell’auditing consiste nella riabilitazione delle potenzialità di una persona, non esiste altro modo di determinarne i miglioramenti.

L’auditing è costituito da denominatori comuni che valgono per tutta la vita. Nell’auditing non esistono variabili; le stesse procedure valgono per tutti i casi. Solamente l’auditing restituisce all’individuo le sue capacità innate, permettendogli di essere la persona che veramente sa di essere. Solamente l’auditing libera l’individuo dalle trappole della mente reattiva.