KATMANDU, NEPAL • 20 SETT. 2013

IL NEPAL INAUGURA IL CENTRO NARCONON
DI RIABILITAZIONE DALLA DROGA IN CIMA
ALLA VETTA HUBBARD

Il 20 settembre 2013, venne inaugurato un nuovo centro per la riabilitazione dalla droga a Katmandu, nel Nepal. L’apertura di questo nuovo centro d’avanguardia fu resa possibile da generosi contributi finanziari dell’International Association of Scientologists.

La struttura residenziale di quattro piani e 100 posti letto si trova ai piedi dell’Himalaya in cima alla Vetta Hubbard, montagna dedicata all’umanitario L. Ron Hubbard per il suo sviluppo della tecnologia usata dal programma Narconon per la riabilitazione dalla droga.

L’inaugurazione del nuovo Narconon Nepal fu celebrata da più di 1000 ospiti e dignitari, incluso l’onorevole Parmanand Jha, Vice Presidente del Nepal, il 20 settembre 2013. La struttura residenziale di quattro piani e 100 posti letto si trova ai piedi delle Himalaya in cima alla Vetta Hubbard, montagna dedicata nel 2010 in onore dell’umanitario L. Ron Hubbard per il suo sviluppo della tecnologia di riabilitazione dalla droga usata dal programma Narconon.

Il Direttore Esecutivo del Narconon Nepal, Basanta R. Kunwar, ha portato il programma alla nazione nel 2004. In qualità di veterano poliziotto da ben vent’anni e precedente commissario della polizia di Katmandu, il sig. Kunwar era molto consapevole della relazione fra la droga e il crimine e l’urgenza di occuparsi del problema della droga nella nazione. Con la sua guida e leadership, Narconon Nepal si è espanso da un singolo edificio a una serie di sette strutture in Katmandu, e il nuovo centro rappresenta una triplice espansione.

Il Narconon Nepal ha già liberato centinaia di ragazzi dalla morsa della tossicodipendenza. Il centro ha condotto seminari di prevenzione della droga in stretta collaborazione con la polizia nazionale in 75 distretti in tutto il paese, istruendo più di 650.000 persone sulla verità riguardo alla droga e alla tossicodipendenza. Tramite i mass-media, il Narconon Nepal ha trasmesso il suo messaggio di speranza a più di 56 milioni di persone nell’Asia del sud, nel Regno Unito e nel Medio Oriente.

Nel suo discorso d’inaugurazione, il sig. Kunwar ha sostenuto: “Siamo qui per fornire i servizi del Narconon che salvano la vita a chiunque abbia bisogno del nostro aiuto nel Nepal. E stiamo inoltre pianificando di protenderci per tutta l’Asia del sud con i nostri servizi di addestramento, qui in questa nuova struttura, affinché gli altri nella nostra grande zona possano avvalersi della funzionale tecnologia di L. Ron Hubbard per la riabilitazione dalla droga”.

Congratulandosi ufficialmente con il Narconon, il Vice Presidente on. Parmanand Jha ha detto: “Negli ultimi anni, il Narconon Nepal ha fornito vitali servizi al nostro popolo. Gli studenti che partecipano all’educazione antidroga del Narconon si sentono informati e consapevoli della verità sulla droga. Con centinaia di migliaia di studenti nelle nostre scuole ora istruiti dal Narconon, create una generazione che può difendersi contro la droga e salvare la nostra cultura. Mentre la vostra riabilitazione dalla droga ha cambiato la vita di ex tossicodipendenti e delle loro famiglie. Quindi sostengo ciò che fate, con questo centro, per rendere il Nepal una nazione libera dalla droga”.

Il sig. Vishma Prasai, Ispettore Generale Assistente, espresse il suo orgoglio nel Nepal che fornisce questo servizio vitale non solo alla nazione ma anche ai paesi confinanti: “Oggi è un giorno fiero per il Nepal, non solo stiamo espandendo le strutture affinché il Narconon faccia il suo lavoro ad un ritmo più rapido, ma stiamo anche aprendo le porte affinché questo programma aiuti tutti i popoli dell’Asia del sud. È davvero un onore e un privilegio per i popoli del Nepal”.

Il dott. Bansidhar Mishra, già Ministro della Salute, parlò dei risultati del programma Narconon: “Quando divenni Ministro della Salute nel 2008, ho avuto la fortuna di essere venir invitato a tenere un discorso alla cerimonia dei diplomi del Narconon. Fu lì che vidi con i miei occhi i considerevoli risultati del Narconon. Il modo in cui salvavano gli ex tossicodipendenti e ridavano loro la vita non ha paragone. Il loro dedito e instancabile lavoro ci ha aiutato a proteggere il popolo nepalese dalla piaga della tossicodipendenza”.

Il sig. Devendra Sharma, che prestò servizio in veste di giudice nei tribunali nepalesi per 30 anni, disse: “Il sig. L. Ron Hubbard sviluppò questa sorprendente tecnologia, il programma Narconon. Ex tossicodipendenti, che una volta stavano devastando le proprie famiglie e comunità, ora sono membri della società responsabili, che aiutano le proprie famiglie, aiutano le proprie comunità e contribuiscono a creare un Nepal migliore. È davvero una conquista”.

_________________

Per quasi 50 anni, il programma Narconon ha offerto ai tossicodipendenti un metodo che non fa uso di droga per portare a un recupero stabile. Il programma Narconon non si rivolge soltanto alla debilitazione fisica e mentale causata dall’abuso di droga, ma si occupa anche dei motivi per cui un individuo ha fatto ricorso alla droga in primo luogo. Il completo programma di riabilitazione consiste di astinenza senza far uso di droga e di disintossicazione, seguite da corsi di competenze per la vita attraverso i quali gli individui imparano a risolvere i propri problemi senza ricorrere agli stupefacenti. Decine di migliaia di diplomati del programma Narconon ora conducono vite produttive e libere dalla droga.

Dall’istituzione del Narconon, i membri della Chiesa di Scientology hanno sostenuto l’organizzazione e continuato quella tradizione nell’interesse di aiutare a creare un mondo senza droga. Il loro appoggio è stato espresso in molti modi: contribuendo tempo, fondi e persino istituendo strutture del Narconon indipendenti. Infatti, grazie al generoso sostegno degli Scientologist, nel 2001 il Narconon istituì il centro internazionale portabandiera per la riabilitazione dalla droga e la formazione, Narconon Arrowhead. È situato su circa 100 ettari di terreno boscoso nel sudest dell’Oklahoma ed è la più grande struttura del suo genere al mondo.