CLEARWATER, FLORIDA

UNA FESTA DI COMPLEANNO MEMORABILE: SCIENTOLOGIST PROVENIENTI DA 70 NAZIONI RIUNITI IN ONORE DEL FONDATORE, L. RON HUBBARD

13 MARZO 2019

Il gioioso weekend di festività ha attirato migliaia di persone per un tributo, in stile “viaggio nel tempo, giro del mondo”, alla straordinaria vita e al retaggio di L. Ron Hubbard, nella capitale spirituale di Scientology a Clearwater, in Florida.

I riflettori. Gli arrivi sul tappeto rosso. I fotografi che catturano l’attimo. L’entusiasmo in una moltitudine di lingue. Il movimento. Migliaia di persone provenienti da 70 nazioni si sono riunite nell’auditorio Ruth Eckerd a Clearwater, in Florida. In abito da sera e smoking, erano pronte a festeggiare. Si tratta dell’evento principale durante l’annuale weekend di celebrazione del compleanno del Fondatore della religione, L. Ron Hubbard (LRH). E c’era davvero molto da celebrare, da una memorabile inaugurazione, a una serie di successi della Chiesa in tutto il mondo e un’anteprima della prossima stagione del Network di Scientology: il tutto ad evidenziare la portata dell’espansione di Scientology.

Il Sig. Miscavige dà il benvenuto ai partecipanti alla celebrazione annuale presso la Sala Ruth Eckerd di Clearwater, Florida. E c’era davvero molto da celebrare, da una memorabile inaugurazione a una serie di successi della Chiesa in tutto il mondo e un’anteprima della prossima stagione del Network di Scientology: il tutto ad evidenziare la portata dell’espansione di Scientology.

La serata ha preso il via con una virtuosa performance musicale che ha fatto balzare tutto il pubblico in piedi, ad indicare che questa straordinaria serata avrebbe rappresentato un’incredibile avventura. In effetti, è stata un’introduzione di levatura mondiale, al momento in cui il leader ecclesiastico della religione di Scientology, il Sig. David Miscavige, è salito sul palco accolto da un fragoroso applauso e da una lunga ovazione.

“Grazie mille e benvenuti alla serata in cui onoriamo il nostro Fondatore. Non che non abbiate mai fatto la sua conoscenza, ma, dato che questa è una serata adatta alle formalità, cominciamo con un po’ di dati fondamentali. Lo scorso anno ha visto nuove Org Ideali in ogni zona geografica e nuove strutture per fare passi da gigante in interi continenti, per non parlare di un nuovissimo anno, il 2019, che non verrà mai dimenticato, sebbene sia appena cominciato. In breve, la nostra espansione è sbalorditiva e naturalmente tutto attinge alla vita e al retaggio di un solo uomo: L. Ron Hubbard”.

Vita e retaggio che hanno lasciato un segno indelebile nel mondo. Come esposto dal suo biografo, il Sig. Dan Sherman, durante la sua presentazione, L. Ron Hubbard, nato il 13 marzo 1911, era un uomo che riconosceva l’umanità in ogni persona che incontrava, interessandosene in un modo che creava un impatto duraturo. Il Sig. Sherman ha guidato il pubblico in un viaggio attraverso una serie di episodi della straordinaria vita di L. Ron Hubbard nell’arco di cinque decenni, intrecciandoli con interviste a persone che sono cambiate per sempre per il semplice fatto di averlo incontrato.

La presentazione è iniziata 300 metri sopra i campi di granturco del Midwest, dove un ventenne pilota acrobatico detto “Flash” Hubbard mostrava ai residenti locali, incluso un bambino di nove anni appassionato di aeromodellismo, il vero significato della parola volare. Quel ragazzo, ora adulto, ha ricordato come, dopo essere atterrato in un pascolo, il giovane pilota aveva dato ai residenti incuriositi, uno dopo l’altro, la possibilità di elevarsi sopra i campi. Occasione che aveva talmente colpito la popolazione da venire commemorata cinquant’anni più tardi con il “Giorno di L. Ron Hubbard”.

Il Sig. Sherman è poi passato ad un rifugio, su una collina che sovrasta Port Orchard, nello stato di Washington, dove Ron Hubbard scrisse il suo primo romanzo, una storia sugli indiani Piedi Neri. Il pubblico ha ascoltato un altro testimone della storia, un rappresentante dei Piedi Neri che da giovane, in uno chalet di legno di cedro, aveva incontrato L. Ron Hubbard che gli aveva parlato del suo romanzo, “rendendo la storia viva e reale”. Raccontò che quello fu “un giorno indimenticabile”.

La descrizione degli episodi della vita di L. Ron Hubbard fatta dal Sig. Sherman ha anche incluso il racconto di una persona motivata a seguire la carriera in campo scientifico, grazie alle conversazioni avute durante l’adolescenza con l’uomo che lo aveva salvato da un uragano nel New Jersey; un’altra persona ricordava vividamente i tempi della sua adolescenza come aiuto-cameriere, tempi culminati in una lezione di vita sull’importanza dell’istruzione che lui poi prese a cuore, grazie all’amicizia con un generoso cliente che si chiamava Ron Hubbard. Il Sig. Sherman ha concluso la sua presentazione con un episodio avvenuto in California, nella Contea dell’Oro, durante gli anni ottanta, entusiasmando il pubblico con l’intervista di una giovane donna di Sears Roebuck che si era recata a casa di L. Ron Hubbard per una vendita e aveva passato uno splendido pomeriggio che non dimenticherà mai: “L’incontro con qualcuno talmente significativo, lascia un’impressione davvero speciale”.

La serata ha poi proseguito nel 2019, con una cerimonia di premiazione che ha sottolineato lo spirito della serata: celebrare l’espansione. Una quarantina di anni fa, a LRH fu chiesto cosa volesse per il suo compleanno. La sua risposta fu il dono di org e missioni di Scientology fiorenti in nome della libertà spirituale. Nel corso degli anni, le Chiese di Scientology di tutto il mondo ne hanno fatto un gioco, competendo in una delle quattro leghe e correndo verso il traguardo. Quest’anno i campioni saliti sul podio dei vincenti hanno raggiunto risultati superiori a ogni record. Sono: la Missione di Scientology di Ulm in Germania, la Chiesa di Scientology di Stoccarda, sempre in Germania, l’Organizzazione Avanzata e Saint Hill del Regno Unito e l’Ufficio di Collegamento Continentale d’Europa.

Tutto il clamore e l’entusiasmo hanno preparato il terreno per il massimo riconoscimento della serata al retaggio di L. Ron Hubbard. “E questo ci porta al capitolo culminante di questo Gioco del Compleanno 2019,” disse il Sig. Miscavige. “Quindi, sebbene ne abbiate sicuramente sentito parlare, e l’abbiate forse persino visto, è arrivato il momento di stabilire i fatti.”

Così, il Sig. Miscavige ha poi presentato il coronamento dei conseguimenti d’espansione di quest’anno, l’apertura della prima Organizzazione Avanzata in oltre 35 anni. La storica inaugurazione di un maestoso castello con vista su 9 ettari di prateria, ha reso i livelli spirituali avanzati di Scientology disponibili per la prima volta sul suolo africano e quindi è stata la realizzazione di un sogno espresso per la prima volta da Ron Hubbard più di 50 anni fa. La presentazione ha descritto una serie di memorabili celebrazioni, dalla magnifica cerimonia d’inaugurazione che dignitari nazionali hanno acclamato come “il risveglio della nostra amata Africa”, al monumentale raduno di capi tribali. Nel giro di pochi giorni dall’inaugurazione, il castello ha ospitato un “Summit dei Troni”, con la partecipazione di 14 capi tribali provenienti da cinque nazioni africane. L’ospite d’onore, la regina Shebah III, Imperatrice dei Regni Africani, ha dato riconoscimento a L. Ron Hubbard per aver “trovato i mezzi per unire tutti i regni e i popoli di questa culla dell’Africa”.

Infine, tutti gli sguardi si sono rivolti allo schermo gigante, per assistere ad un’emozionante e appassionante presentazione, con l’accento su un’area di espansione che dà una nuova portata al gioco, questa volta via etere. Solo 12 mesi fa, la religione ha dato il via al Network di Scientology, portando la voce, la storia e il messaggio di Scientology al mondo, senza filtri, senza riserve, fatto senza paragoni sul fronte televisivo. L’industria televisiva ne ha preso nota, conferendo alla stazione oltre 30 premi per la straordinaria programmazione, e tra questi gli ultimi 5 danno riconoscimento alla serie autobiografica di L. Ron Hubbard L. Ron Hubbard: con la Sua Voce e L. Ron Hubbard Library Presenta: le sue innovative opere rappresentate su film. Di conseguenza il Sig. Miscavige ha affascinato tutti i partecipanti con un’anteprima audiovisiva di ciò che ha in serbo il "secondo anno” del Network di Scientology.

Mentre la spettacolare festa di compleanno volgeva al termine (con una gigantesca torta, naturalmente), la folla festosa si è recata alla Flag Land Base dove l’atmosfera celebrativa è continuata per tutto il fine settimana. Dallo storico Fort Harrison fino ai ritiri Oak Cove e Sandcastle, tutte le strutture erano piene di Scientologist in visita, con raduni sia improvvisati che pianificati, negli svariati centri di Flag per seminari e conferenze.

I festeggiamenti poi sono culminati nel Ballo dei Patroni dell’Associazione Internazionale degli Scientologist (IAS), una serata di gala in riconoscimento dei membri il cui impegno sostiene iniziative umanitarie di Scientology, che arrecano benefici a milioni di persone in tutto il mondo.

Il weekend è stato caratterizzato da un comune spirito di festa e dalla speranza, ispirata da L. Ron Hubbard, che l’Umanità possa realizzare la sua insita grandezza e i suoi sogni tanto a lungo perseguiti. Il Sig. Miscavige ha riassunto questo spirito collettivo dicendo:

“Ron ci dice che siamo vivi nella misura in cui restiamo aggrappati ai nostri sogni.

“E anche se non possiamo realizzare quei sogni in un soffio, possediamo pur sempre la tecnologia per farli alla fine avverare.

“Mentre, cosa ancora più importante, disponiamo dei mezzi per adempiere al sogno immortale di ogni essere spirituale, cioè la totale libertà spirituale, vale a dire il nostro inizio e la nostra fine.”

E con ciò, la celebrazione del 108° compleanno finisce e iniziano altri 12 mesi di ispirazione e, considerando che l’impatto e l’influenza di L. Ron Hubbard continuano a crescere senza sosta, il prossimo anno si promette pieno di straordinario successo e di avventura.