Un faro di libertà nella capitale tedesca

UN FARO DI LIBERTÀ NELLA CAPITALE TEDESCA

Il 13 gennaio 2007, migliaia di Scientologist e ospiti provenienti dalle Nazioni Unite, dall’Ambasciata degli Stati Uniti e da organizzazioni di giornali europei hanno partecipato alla celebrazione della memorabile inaugurazione della Chiesa di Scientology di Berlino.
Scientologist e ospiti provenienti da 31 nazioni si sono riuniti il 13 gennaio 2007 per inaugurare la nuova spettacolare sede della Chiesa di Scientology di Berlino. Un noto punto di riferimento architettonico del quartiere Charlottenburg della città, all’angolo di Otto-Suhr-Allee e Cauer Street, una struttura di sei piani di vetro e acciaio che include un vasto centro informativo audiovisivo per il pubblico, che informa su dottrina e pratiche di Scientology, il suo fondatore L. Ron Hubbard e i programmi secolari della Chiesa di sensibilizzazione comunitaria contro l’abuso di droga, l’analfabetismo, la criminalità, l’immoralità e le violazioni dei diritti umani.

La cappella di Berlino è lo scenario di funzioni domenicali, matrimoni e battesimi.
Oltre 5.000 Scientologist e ospiti, così come i funzionari locali, hanno partecipato all’evento. Tra gli oratori ospiti, primo tra tutti uno dei più importanti studiosi di religione, il professor Jurgen Redhardt dell’Università di Giessen, e il dottor Hubertus Mynarek, ex preside della facoltà di teologia presso l’Università di Vienna e noto fautore dei diritti religiosi, il signor Almog Burstin, uno dei membri fondatori della Fondazione Europea per i Diritti Umani e la Tolleranza.

Al taglio del nastro, tutti si sono uniti per proclamare un nuovo giorno per la libertà in questa antica sede di intolleranza.