Le Parti della Mente

LE PARTI DELLA MENTE

L. Ron Hubbard ha scoperto che la mente ha due parti ben distinte. Una di queste, cioè la componente che usiamo in modo consapevole e di cui siamo coscienti, è detta mente analitica. Questa è la parte della mente che pensa, osserva i dati, li ricorda e risolve i problemi. Ha depositi standard della memoria che contengono immagini mentali e usa i dati contenuti in tali depositi per prendere decisioni che favoriscono la sopravvivenza.

Esistono però due elementi che solo apparentemente vengono registrati nei depositi standard: l’emozione dolorosa e la sofferenza fisica. Nei momenti di dolore intenso, l’azione della mente analitica viene sospesa e l’altra parte della mente assume il controllo: la mente reattiva.

In un individuo del tutto cosciente la mente analitica ha il pieno controllo. Quando invece l’individuo è del tutto o solo in parte “inconscio”, allora la mente reattiva s’inserisce, interamente o soltanto parzialmente. L’ “incoscienza” potrebbe essere causata dallo shock di un incidente, dalla somministrazione di anestetici per un’operazione chirurgica, dal dolore provocato da una ferita o dal delirio generato da una malattia.

Quando l’individuo è “inconscio”, la mente reattiva registra con esattezza tutte le percezioni di quell’episodio, compreso ciò che accade o viene detto intorno alla persona. Inoltre essa registra tutto il dolore e conserva quell’immagine mentale nei propri depositi, inaccessibile a una rievocazione intenzionale dell’individuo e fuori dal suo controllo diretto. Può sembrare che una persona che ha perso conoscenza a causa di un incidente non sia consapevole e cosciente di ciò che accade intorno a lei. In realtà quel che succede è che la sua mente reattiva continua a registrare attivamente ogni cosa per uso futuro.