CLEARWATER, FLORIDA

Un’edificante Celebrazione del Compleanno festeggia il retaggio passato, presente e futuro di L. Ron Hubbard

Clearwater, in Florida, diventa il fulcro di celebrazione della Chiesa per onorare la straordinaria vita del Fondatore di Scientology.

Per celebrare il suo compleanno, 13 marzo 1911, ogni anno, Scientologist da 60 paesi si riuniscono nel fulcro spirituale della religione a Clearwater in Florida, per celebrare la vita del loro fondatore. Quest’anno, ispirati dall’esistenza e dalle opere di L. Ron Hubbard, gli Scientologist hanno puntato gli occhi a un futuro sconfinato dando riconoscimento ai suoi conseguimenti che sembrano senza fine.

LRH, come è conosciuto dai suoi numerosissimi seguaci, era un uomo poliedrico, ossia un uomo d’ingegno e talento universali. Esordendo come il più giovane Eagle Scout nella storia americana (titolo di cui venne fregiato appena qualche giorno dopo il suo tredicesimo compleanno), LRH esplorò il panorama religioso asiatico all’età di quindici anni. Il sig. Hubbard è poi finito per diventare lo scrittore più tradotto e con il maggior numero di audiolibri, primati questi che gli hanno valso menzione nel libro Guinness dei Primati.

La sua opera finalizzata alla salvezza dell’umanità continua a ispirare milioni di persone in tutto il mondo. Questa celebrazione annuale presenta le sue ricerche sul tema dell’uomo come essere spirituale nonché il suo retaggio tecnico che permette ad altri di identificare, esplorare e realizzare le proprie innate abilità spirituali: e tutto ciò venne tramandato da L. Ron Hubbard a un mondo travagliato.

In tributo a LRH, il fine settimana presenta anche una carrellata della rapida espansione del mondo di Scientology.

Il sig. David Miscavige ha presieduto un emozionante tributo di due ore e mezza a L. Ron Hubbard. La serata ha celebrato una vita degna di essere vissuta: una vita vissuta a beneficio di tutta l’umanità e una vita vissuta per aiutare le persone senza pensarci due volte.

“Se il mondo avesse mai avuto bisogno di L. Ron Hubbard, è ora, stasera e a livello planetario,” ha osservato David Miscavige, Presidente del Consiglio di Amministrazione del Religious Technology Center, aprendo l’ispirante serata. Ma per fortuna questa è esattamente la sua portata in questa serata. E non mi sto neanche riferendo al suo retaggio tecnico, alla sua impronta letteraria o ai suoi strumenti per una rinascita culturale, di dignità e moralità. No, intendo lui come uomo. Intendo la sua natura, presenza e beingness. Intendo tutto ciò che ora è diventato e per sempre sarà.”

La serata non ha soltanto dato un’idea dell’influenza di L. Ron Hubbard sulla vita di individui, ma ci ha anche portato un’ondata di storie reali che illustrano come ha toccato le anime di altri... anche se solo per un po’, e di come alla fine ha cambiato il loro destino.

Il Biografo di LRH, Dan Sherman, ha aperto la porta al mondo di L. Ron Hubbard invitando il pubblico a varcarne la soglia. Il clou della sua presentazione erano le interviste ai personaggi che hanno incontrato LRH in momenti significativi della loro vita e della sua: “Questa è la serata per porre la domanda: e se ci fossero stati dei testimoni?” ha detto il sig. Sherman all’inizio del suo discorso. “Che magari al tempo potrebbero aver avuto solo una vaga idea di quello che succedeva, ma che sono comunque qui con noi oggi, per raccontarci quello che hanno sperimentato ‘molto tempo addietro’.”

Nell’arco di un’ora, il sig. Sherman ha condiviso una collezione di avvincenti resoconti di testimoni... testimoni della storia di LRH che includeva cacciasommergibili durante la Seconda Guerra Mondiale e ospedali militari della baia di San Francisco nonché il quartiere di New York chiamato Hell’s Kitchen e persino la genesi del movimento di controcultura del dopoguerra americano. A modo suo, ognuno di loro ha ripetuto che ovunque LRH camminasse e qualsiasi anima toccasse, lasciava sempre un segno indelebile.

Dato che questa era dopotutto la celebrazione del suo compleanno, durante la serata sono stati presentati i vincitori del Gioco del Compleanno, portando avanti la tradizione risalente a quarant’anni fa di rendere annualmente onore a L. Ron Hubbard, con l’espansione di ogni Chiesa di Scientology nel mondo. Lo spirito del gioco è incentrato sull’espansione ripida e verticale: proprio ciò su cui dipende la vittoria.

È stato grazie a quell’impeto che si sono distinti i vincitori del 2017. I concorrenti di ogni categoria di Chiese di Scientology battevano bandiera dall’America del Nord, dall’Europa e dall’Australia: la Missione Ideale di Scientology di Belleair in Florida; la Chiesa Ideale di Scientology di Milano; e, a valle della loro inaugurazione appena sei mesi fa, sia l’Organizzazione Avanzata Ideale che l’Ufficio di Collegamento Continentale per l’Australasia. I rappresentanti di ciascuna categoria hanno calcato il palco e sono stati accolti da un fragoroso applauso.

I riflettori della serata erano puntati sulla portata e grandezza di Scientology di oggi, animata dal retaggio di L. Ron Hubbard. Un retaggio che ha preso perfettamente e concretamente forma con l’inaugurazione della nuova Organizzazione Ideale ad Auckland, nella Nuova Zelanda. Nel 1955 i neozelandesi hanno fondato la seconda più longeva Chiesa di Scientology nel mondo. E il sig. Miscavige ha descritto dettagliatamente la loro nuova dimora che sovrasta Auckland, sottolineando anche che le parole “bene in vista” non definiscono neanche lontanamente quel patrimonio architettonico che risale al 1844 e che ora rappresenta la più recente Chiesa Ideale. Successivamente i partecipanti hanno assistito alla toccante cerimonia d’apertura con luminari locali che hanno dichiarato il momento un’inversione di rotta per la loro nazione insulare.

Con più di 50 Chiese Ideali aperte nell’ultimo decennio, il sig. Miscavige ha annunciato le imminenti nuove Chiese Ideali per la San Fernando Valley a Los Angeles, Miami in Florida e Copenaghen in Danimarca.

La serata ha celebrato una vita degna di essere vissuta: una vita vissuta a beneficio di tutta l’umanità e una vita vissuta per aiutare le persone senza pensarci due volte. Tradizionalmente il compleanno è un momento in cui si onora quello che una persona ha fatto e come ha influenzato la vita di altri. Ma dato che LRH va ben oltre, la celebrazione del suo compleanno ha infine immortalato ciò che la sua vita e il suo lavoro continueranno a rappresentare per il futuro.


I festeggiamenti si sono estesi al campus di Scientology nel centro di Clearwater, dove tutte e sei le strutture ricettive di Flag – tra cui gli storici ritiri religiosi Fort Harrison, Oak Cove e Sandcastle – traboccavano di parrocchiani che celebravano l’occasione.

L’annuale Ballo dei Patroni dell’International Association of Scientologists ha coronato le attività del fine settimana. La serata di gala ha prestato omaggio agli Scientologist che, con le loro straordinarie contribuzioni, hanno reso possibili innumerevoli iniziative umanitarie della Chiesa e dei suoi membri a favore di milioni di persone in tutto il mondo.


Nel complesso, si è trattata di una celebrazione in nome della necessità di aiutare la gente a raggiungere il proprio potenziale, di creare un mondo che l’umanità desidera e che si merita.