Affinità, Realtà e Comunicazione (ARC)

LE COMPONENTI DELLA COMPRENSIONE

AFFINITÀ, REALTÀ E COMUNICAZIONE (ARC)

Un altro strumento di considerevole importanza in Scientology, che è particolarmente utile nei rapporti interpersonali, è il principio di affinità, realtà e comunicazione. Possiamo raffigurare questi tre fattori interdipendenti con un triangolo.

Il primo angolo rappresenta l’affinità, cioè il grado di simpatia o di affetto, oppure la sua assenza. È il sentimento di amore o di attrazione nei confronti di qualcosa o qualcuno.

Il secondo angolo del triangolo di ARC viene chiamato realtà, definibile come “ciò che sembra essere”. La realtà è, fondamentalmente, accordo. Ciò che concordiamo sia reale è reale.

Il terzo angolo del triangolo è quello della comunicazione, ovvero l’interscambio di idee oppure di oggetti tra due persone. Nei rapporti umani questo è il più importante dei tre angoli.

La relazione reciproca che esiste nel triangolo diventa subito evidente quando si chiede: “Hai mai cercato di parlare con un uomo incollerito?” Senza un alto grado di simpatia e senza una base di accordo, non vi è alcuna comunicazione. Senza comunicazione e senza una base di risposta emozionale, non ci può essere alcuna realtà. Senza qualche base per l’accordo e la comunicazione non può esserci affinità.

Perciò questi tre elementi formano un triangolo. Là dove mancano due angoli, non ce ne potrà essere un terzo. Se si vuole avere un angolo qualsiasi del triangolo, si devono includere gli altri due.